Peuterey presenta la collezione S

A Pitti peuterey roma Uomo 82, per la prossima stagione estiva 2013, Peuterey si ispira alla tradizione e alla cultura del capospalla quale punto di partenza di un total look estremamente versatile.

Un mondo completo in cui i diversi elementi vivono singolarmente o attraverso molteplici accostamenti, per creare un’immagine accuratamente moderna e pratica, in linea con le aspirazioni di una generazione dal gusto impeccabile, che riconosce nel comfort e nella versatilità i simboli più autentici dell’eleganza contemporanea.

Se da un lato la collezione si distingue per la raffinata quanto instancabile evoluzione di cromie, dall’altro entrambi gli universi, maschile e femminile, si arricchiscono di nuovi fit e vestibilità, si ampliano le proposte “under jacket” secondo i codici estetici peuterey outlet online di un lusso facile, attuale, equilibrato e funzionale, che, partendo dalla città, scandisce la prossima primavera estate 2013 attraverso giacconi peuterey un viaggio open air tra le mete più rilassanti dell’Europa Mediterranea.

I tessuti iconici di Peuterey, dal sambloil alla tela di nylon resinata, sono reinterpretati sulle linee storiche del marchio, come il blazer, il trench e la field jacket, con nuovi interventi e dettagli per esaltare la pulizia formale dei volumi.

Prevale il concetto “dupliCity”, l’uso trasversale della stessa giacca secondo le occasioni, per lavoro e per piacere, in città e in vacanza, assecondando i valori primari di leggerezza e multifunzionalità che studiano effetti naturali, levigati e setosi sui materiali tecnici, accoppiati agli interni di rete, fino a suggerire la camicia down proof da utilizzare anche sotto le giacche, che diventano pieghevoli, perfette da infilare e sfilare dalla valigia in ogni momento, alternandosi a piumini dalla grammatura iper light.

La palette spazia dai colori più classici e urbani, come il grigio e le diverse nuance di blu, oppure naturali come l’ecru e il verde safari, fino ai tocchi speziati dell’ocra e dello scarlatto, in una modularità tanto formale quanto libera nei mix e negli abbinamenti, sia tonali che multicromatici.

Rilassata, ma al tempo stesso attenta ai contenuti moda, l’immagine maschile si arricchisce di nuove declinazioni d’ispirazione biker e riding, con antivento in goretex e cotone dettagliati da zip spalmate, oppure carcoat con doppia pettorina frontale, esterni in cotone lavato e non stirato, e interni di nylon e stampato con piumino peuterey motivi principe di Galles.

Compaiono anche il bionic tessuto tecnico dalla mano elastica e cotoniera e il lino trattato con effetto resinato, da indossare su t shirt e polo, e pantaloni nei diversi modelli, dal chino al cargo fino al bermuda. La novità della stagione è la linea beachwear, che declina una serie di boxer da bagno sia in tinta unita che nelle fantasie floreali e quadrettate della stagione.

Per la donna l’attenzione si rivolge ad aspetti insieme naturali e tecnici su volumi morbidi e spesso over, come nella sahariana e nel trench con “double flap”, oppure nella giacca reversibile quattro capi in uno esaltata dalle fantasie geometrie ispirate alla cravatteria maschile, contrapposte ai disegni floreali dal sapore bon ton proposti sulla tela di cotone.

La visione essenziale di femminilità e leggerezza è svelata attraverso maxi camicie, tutine overall e vestiti ariosi dal taglio fluido, con dettagli ricercati come il collo alla coreana, le maniche baloon e i plastron a contrasto. Da alternare alle easy tees iper morbide sui pantaloni in gabardine stretch o denim, sui bermuda con pince e sugli abiti canotta o T in maglia finissima.

Peuterey punta all’estero per rilanciare il fatturato

LA SFIDA è prendersi il mondo. O giubbotto peuterey almeno una parte di esso, quello dei nuovi mercati che crescono come le economie mature non sanno più fare. La strada è segnata anche per Peuterey, la maison lucchese dell’alta peuterey roma moda, centro pensante ad Altopascio come ricorda con orgoglio il suo giovane presidente, Francesca Lusini, che prima col padre e ora col fratello Giovanni controlla e conduce questo brand famoso per i pregiati capospalla. Ne produciamo 700.000 all’anno dice la presidente. Strada segnata, si diceva, verso un’internazionalizzazione spinta, da inseguire attraverso l’apertura a raffica di negozi monomarca e la crescita in due aree del globo: America e Far East.

In pochi mesi il gruppo ha già aperto dodici negozi monomarca, all’estero e in Italia. Per quest’anno altre 4 aperture previste in Europa (Germania, Svizzera e Austria, in un’area che resta il secondo mercato dopo l’Italia) e altre 4 5 in Asia. E poi ancora 30 nei prossimi cinque anni, supportati dall’avvio di società oltre confine, come ha ricordato l’amministratore delegato, Tiziano Bonacchi, all’atto dell’ammissione della società in Elite, il programma di Borsa Italiana che accoglie solo le eccellenze per aiutarle nello sviluppo, anche attraverso il rafforzamento patrimoniale con la quotazione in Borsa o l’ingresso di fondi nel capitale sociale. Non subito, però dicono da Peuterey.

All’estero a passo di carica, insomma, per far crescere quella quota del 30% di ricavi che il gruppo di Altopascio ottiene oltre confine di un fatturato che inevitabilmente ha sofferto della crisi dei consumi giacche peuterey interni: i ricavi che nel 2011 avevano sfondato la soglia dei 100 milioni, sono pesantemente scesi ad 85 nel 2012, livello che si punta a mantenere nell’esercizio in chiusura alla fine di questo mese e aspettando che gli investimenti all’estero diano ritorni. Anche la redditività è in calo dal top raggiunto nel 2009, quando l’ebitda sul fatturato fu del 23,4% (quest’anno dovremmo essere intorno al 13% dice Francesca Lusini).

Ai brand Peuterey, nato nel 2002 (la società madre Geo srl è del 1990), e Geospirit, molto più recentemente si sono aggiunti PostCard e Aiguille Noire. Il gruppo è un caposaldo importante dell’economia intorno ad Altopascio, dove dà lavoro diretto a 200 addetti e alimenta l’indotto, oltre ad occupare una quindicina di persone nella sede di Milano e un altro centinaio nella rete dei negozi. Nel nostro stabilimento spiega Francesca Lusini disegniamo e realizziamo tutti i prototipi, circa 600 nell’ultima stagione autunno inverno, e curiamo lo sviluppo del campionario utilizzando esclusivamente aziende toscane. Così come di provenienza italiana sono i tessuti e gli accessori, mentre la confezione è poi a cura di fasonisti in giro per il mondo. Per i prossimi cinque anni conclude la presidente puntiamo a proseguire in un crescita peuterey bambino sana, investendo non solo in flagship store all’estero ma anche in risorse umane e comunicazione.

Peuterey si allarga e punta peuterey roma sull

strategiche. L comport una rivoluzione copernicana: tutto prese a ruotare attorno alla mia figura di amministratore peuterey sito ufficiale delegato Allo stesso tempo, al rapporto personale con la famiglia si sostitu un tipo di relazione tra Pesci e Kering basato essenzialmente sui numeri. piano di budgeting e di reporting divenne pi rigido. Prima il bilancio consolidato veniva chiuso ogni novanta giorni, poi ogni trenta In un caso un manager deve far maggiore ricorso all emozionale, nell la matematica a farla da padrona. grande gruppo si rapporta con la singola azienda in modo freddo. Alcune soluzioni drastiche, ineccepibili in termini finanziari, si rivelano per dannose alla prova dei fatti: le azienda sono fatte di persone, non di numeri Certo, si tratta di generalizzazioni. Eppure sembra che Francesco Pesci abbia trovato in Peuterey una felice eccezione rispetto a questa sorta di manicheismo aziendale: famiglia Lusini (il presidente del gruppo Francesca Lusini, ndr.) affezionata all ma conosce bene il business. Qui, la velocit di decisione e l ben si armonizzano con un approccio lucido e professionale Il gruppo, tutto concentrato ad Altopascio (LC), costituito da tre marchi: PostCard, acquisito nel 2012, Geosprint e Peuterey. brand di lusso sostenibile incentrato sull nato solo nel 2002. Ci nonostante una realt consolidata in Italia e va fortissimo soprattutto nell Dach (Germania, Austria, Svizzera). Anche se gi oggi possediamo negozi da Zurigo a Dubai, da Amburgo a Seoul, da Anversa a Pechino a Harbin, la mia priorit espandere il mercato estero, che per ora frutta il 30% del fatturato Pesci mira a incrementare la rete distributiva soprattutto negli Usa e in Cina. America possibile concludere partnership con le principali peuterey prezzi catene di department store; nel colosso asiatico, per intrinseche peculiarit socio economiche, bisogna puntare sui negozi di propriet E per quanto riguarda il prodotto? sfida sviluppare le categorie merceologiche complementari al capospalla e meno legate alla stagionalit invernale, quali maglieria, jersey e pantaloni Il gruppo Peuterey di propriet della famiglia Lusini: nel 2014 ha raggiunto un fatturato di 80 milioni di euro peuterey bambino Qui sopra Francesco Pesci, da inizio 2015nuovo ceo di Peuterey

peuterey inverno peuterey roma 2015

il Venezuela Global TV ha riferito che l internazionale di polizia criminale ha annunciato ieri che in 12 paesi latino americani hanno arrestato 194 piumino peuterey sospetti di traffico illegale parka peuterey di legname, peuterey firenze confiscato peuterey inverno 2015 2.000 camion del valore di circa $ 8 milioni legname.

ha detto in un comunicato ha sottolineato che questa la prima azione internazionale su larga scala contro tali crimini, in paesi come Bolivia, Brasile, Cile, Colombia, Costa Rica, Ecuador, Guatemala, Honduras, il Paraguay, Per Dominica Repubblica parka peuterey e Venezuela.

legno di dispersione sono stati sequestrati in macchina, porti, magazzini peuterey bambino e centri di trasporto, ha raggiunto un totale di 50.000 metri cubi. La polizia ha confiscato 150 peuterey inverno 2015 peuterey on line auto in azione, 118 persone sono state oggetto di peuterey firenze indagine giudiziaria.

l ambientale nazionale, le autorit forestali, polizia, le dogane parka peuterey roma peuterey piumino uomo peuterey e le agenzie specializzate hanno partecipato gli arresti su larga scala. I peuterey inverno 2015 funzionari dell dicono che questo l della lotta contro questi crimini, la stima fatturato peuterey firenze illegale annua di legname raggiungere 300 1000000000000. (Tubo Yan Zhong)

Peuterey presenta la capsule peuterey donna collection peuterey roma Re

A Pitti Uomo 2012 Peuterey ha presentato per la prossima stagione invernale 2012/2013 un nuovo punto di partenza a livello stilistico, con il lancio dell’esclusiva Capsule Collection stagionale RE EVOLUTION.

“Un progetto appassionato e inedito, che racconta una significativa evoluzione attraverso un nuovo progresso, quest’ultimo inteso come una continua sfida creativa fatta di ricerche avanzate e sperimentazioni all’avanguardia; un’instancabile vocazione per capi simbolici e mai uguali a se stessi; una sapienza superiore nella lavorazione e nel trattamento di materiali naturali e innovativi; la capacità, l’energia e il desiderio di far evolvere il nostro codice stilistico attraverso esperienze sempre nuove”, dichiarano Francesca Lusini, Presidente di G Net e Riccardo Coppola, Direttore Creativo e Consigliere Delegato.

Questa prima collezione sviluppa i temi Bike, Ski e Moto, legati rispettivamente alle atmosfere City, Mountain e Week End, che ispirano anche la main collection di Peuterey per l’Autunno/Inverno 2012 2013. Ad ogni tema corrispondono dei capi iconici, declinati sia per l’uomo che per la donna e abbinati ad un oggetto di culto che esprime ulteriormente il concetto di lifestyle trasmesso dalla Capsule Collection RE EVOLUTION.

Per il tema Bike/City sono stati realizzati un parka in lana Principe di Galles trattata con un processo wax super soft , e un blazer proposto nelle varianti in shetland, velluto corduroy o lana cerata. L’oggetto simbolo di questa ispirazione è la bicicletta, accessoriata con una custodia di pelle agganciata al sellino contenente una mantella impermeabile.

Oltre al classico modello fixed gear, sia nella versione da uomo che da donna, è stato peuterey bambino realizzato un modello deluxe in collaborazione con il campione di ciclismo italiano Danilo de Luca, che ha disegnato e prodotto artigianalmente una bicicletta con telaio in acciaio nero, personalizzata con il logo Peuterey inciso sulla corona.

Per il tema Ski/Mountain è stato realizzato un modello anorak con esterno in Ventile (tessuto storico utilizzato fin dagli anni ’30, già noto a Winston Churchill per la sua altissima performance impermeabile e adottato dalla Royal Air Force per le divise dei suoi piloti) e interno in piumino d’oca e fodera di cotone; proposto nelle tonalità ice, green e earth grey al maschile, ed ecrù al femminile.

Abbinati all’anorak Peuterey RE EVOLUTION sono gli sci deluxe, personalizzabili con la firma del cliente, costruiti manualmente attraverso ilPer il tema Moto/Week End è stata infine creata una biker jacket in canvas di cotone gommato e nastrato internamente, studiato per assicurare un’altissima performance termica e impermeabile. Dedicata particolarmente a chi ama le due ruote in ogni stagione, la giacca è dotata di dettagli funzionali come il warmer interno staccabile in piumino d’oca, le zip laterali, gli inserti di sicurezza catarifrangenti, il collo bordato in pelle

con interno di velluto, la ghetta interna antivento e la banda esterna isolante in vita. Accanto alla giacca compare il peuterey outlet casco in resina, personalizzato con il logo e le impunture rosse Peuterey, realizzato in collaborazione con Dainese e proposto nelle varianti nero opaco o bianco opaco con interno di pelle nera.