outlet peuterey Accademia della Crusca

parka peuterey Accademia della Crusca

Docente dal 1995 di Storia della lingua italiana a Catania; dal 2008 nel Direttivo del Centro di Studi Filologici e Linguistici Siciliani; dal 2011 Presidente della Fondazione Verga e del Comitato per l Nazionale delle Opere di Verga. Condirettore degli della Fondazione Verga Da storica della lingua si interessata di italiano letterario, paraletterario e radiotelevisivo. Tra le sue pubblicazioni: Lettera e figura nella scrittura dei Firenze, Accademia della Crusca, 1983; L Nuovo Firenze, Accademia della Crusca, 1986; l critica di Drammi intimi di Giovanni Verga (Firenze, Le Monnier 1987); La lingua di consumo, in L. Serianni P. Trifone, Storia della lingua italiana, 2, Torino, Einaudi, 1994, pp.161 235; con I. Bonomi, Gli italiani del piccolo schermo, Firenze, Cesati, 2008; Lingua italiana e televisione, Roma, Carocci, 2012).

Federigo Bambi (Firenze, 1963), professore associato a tempo pieno di Storia del diritto medievale e moderno presso il Dipartimento di Scienze giuridiche dell di Firenze, dove insegna anche Lingua giuridica. socio della SISD (Societ italiana di storia del diritto), dell (Associazione per la storia della lingua italiana) e dell (Associazione italiana per la terminologia). componente del Comitato di direzione e redattore della rivista dell della Crusca “Studi di lessicografia italiana”. Fa parte del consiglio scientifico dell Associazione italiana per la terminologia, e del Comitato di coordinamento della REI Rete per l dell istituzionale.

Si occupa prevalentemente di storia della lingua giuridica e di storia delle fonti. Per l ha curato l scientifica di convegni, dei quali sono stati poi pubblicati gli atti: L giuridico che cambia (Villa di Castello, 1 ottobre 2010), Firenze, 2012 (con Barbara Pozzo); Un secolo per la costituzione (1848 1948). Parole e concetti nello svolgersi del lessico costituzionale italiano (Villa di Castello, 11 novembre 2011), Firenze, 2012; Lingua e diritto. Scritto e parlato nelle professioni forensi (Firenze, 9 marzo 2012), Pisa, 2013 (con Alarico Mariani Marini); Lingua e processo. Le parole del diritto di fronte al giudice (Villa di Castello, 4 aprile 2014), Firenze, 2016. Ha inoltre organizzato corsi sulla lingua giuridica per magistrati e avvocati. Le sue principali pubblicazioni riguardano l giuridico dalle sue origini fino all contemporanea.

Docente di Linguistica italiana all degli Studi di Milano. Socio corrispondente dell Lombardo Accademia di Scienze e Lettere, Consigliere nel Direttivo dell per la Storia della lingua italiana (Asli) dal 2012, e membro della Commissione Scuola dell Si occupata principalmente di storia della grammatica italiana, di lingua dei media, di italiano lingua per musica. L lingua per musica, Roma, Bulzoni, 1998, Il magnifico parassita.

Vice Direttore della Scuola Normale Superiore. Gi professore associato di Storia della lingua italiana e di Filologia italiana presso le Universit di Cassino e per Stranieri di Siena (1988 2000), e professore straordinario e ordinario di Stilistica e metrica italiana presso l per Stranieri di Siena (2000 2006), attualmente professore ordinario di Filologia italiana presso la Scuola Normale Superiore (2006 ). Gi Segretario dell (2006 2008), Presidente della SFLI Societ dei Filologi della Letteratura Italiana (2014 ). La sua attivit di ricerca abbraccia diversi ambiti. Ha ideato il convegno Visibile parlare, di cui ha curato gli Atti (Napoli, ESI, 1997). Ha curato, con Ch. Frugoni e A. Petrucci, l in fac simile dell di Udine (Udine, Casamassima, 1996). Ha collaborato all del convegno Storia della lingua e filologia, di cui ha curato gli Atti (Firenze, Cesati, 2010). Ha coordinato l I alla Storia della Letteratura italiana Salerno (2001), nella quale si illustra, per la prima volta in forma sistematica, il panorama della tradizione filologica dei testi letterari italiani ( autore del capitolo sulla tradizione delle opere di Dante). Presidente dell Nazionale degli Antichi volgarizzamenti dai testi latini nei volgari italiani (ENAV). Condirettore della rivista romanzo (1996 2015). Per l Casamassima di Udine dirige la collana laicorum per le Edizioni ETS di Pisa le collane dei volgarizzamenti italiano e “CSC Corpus dei serventesi caudati”.

Formatosi alla scuola di Gianfranco Folena, professore ordinario di Linguistica italiana all di Padova, dove dirige la Scuola Galileiana di Studi Superiori. Dal gennaio 2018 presidente dell per la Storia della lingua italiana (ASLI). I suoi interessi di ricerca si rivolgono in particolare alla lingua italiana contemporanea, alle lingue speciali e all di metodi quantitativi nell dei testi. I suoi contributi principali sono raccolti nei volumi Lingue speciali. La dimensione verticale (Padova, Unipress, 1990), Italiano d (Padova, Esedra, 2000), I sentieri della lingua. Saggi sugli usi dell tra passato e presente (a cura di C. Di Benedetto, S. Ondelli, A. Pezzin, S. Tonellotto, V. Ujcich, M. Viale, Padova, Esedra, 2012). inoltre autore di Il linguaggio della politica (Roma Firenze, Editoriale L della Crusca, 2016) e, con Federica Pellegrino, della Guida alla scrittura istituzionale (Roma Bari, Laterza, 2003).

Professore ordinario di Storia della lingua italiana all di Napoli “Federico II”; stato Visiting Professor presso il Department of Italian Studies dell of Toronto. Fa parte del comitato scientifico delle riviste storico delle province napoletane italiana d Nobilissima letteraria Con Rosanna Sornicola dirige il linguistico campano studiato l regionale, considerato anche in prospettiva storica (Geografia e storia dell regionale, Il Mulino, 2014), la storia urbana di Napoli e la storia linguistica meridionale (Storia linguistica di Napoli, Carocci, 2012; Profilo linguistico della Campania, Laterza, 2006; L in Basilicata, Potenza, Il salice, 1994; con P. Bianchi e R. Librandi, Storia della lingua a Napoli e in Campania, Pironti, 1993); autore di una Piccola storia della lingua italiana (Liguori, 2008).

Ha pubblicato edizioni critiche di testi di diverse epoche: Teatro di Eduardo De Filippo (Mondadori, 2000, 2005, 2007); scugnizze di Ferdinando Russo, Funneco verde di Salvatore Di Giacomo, Lo gliommero napoletano “Licinio se mio nzegno” di Iacopo Sannazaro (Napoli, Dante Descartes); Libro de la destructione de Troya (Bonacci, 1986); Tra scritto e parlato. Venti lettere mercantili meridionali e toscane del primo Quattrocento (Liguori, 1982 ).

Ha collaborato a una edizione commentata de I promessi sposi (BUR Adi, 2014) e alle opere L nelle regioni (Utet 1992 e 1994), Storia della lingua italiana (Einaudi 1993 1995), Letteratura italiana. Storia e geografia (Einaudi), Storia della letteratura italiana (Salerno editrice), Letteratura italiana per generi (Boringhieri), Enciclopedia dell Con altri autori ha curato il volume I dialetti italiani. Storia struttura uso, Torino, Utet, 2002.

Professore ordinario di Filologia della letteratura italiana all Cattolica di Milano. Socio dell di Brescia, membro effettivo dell Lombardo, socio corrispondente della Commissione per i testi di Lingua di Bologna, membro fondatore dell Ambrosiana di Italianistica. Condirige le riviste “Studi petrarcheschi” e “StEFI”; condirige anche le collane “Studi sul Petrarca” e “Scrittori italiani commentati”.

Le sue ricerche hanno toccato e toccano il rapporto tra manoscritti e stampe nei primi decenni dell tipografica, Petrarca e il petrarchismo erudito del Cinquecento, problemi di storia della filologia italiana tra Settecento e Ottocento, questioni di metodo nella prassi editoriale. Ha condotto anche indagini sul secondo Ottocento lombardo.

Alcuni volumi da lui pubblicati:

Studi su i “Rerum vulgarium fragmenta” e i “Triumphi”, Padova 1983

(con G. Mariani Canova e E. Sandal) Illustrazione libraria, filologia e esegesi petrarchesca tra Quattrocento e Cinquecento, Padova 1990

A. Bazzero, Prose scelte, ed. a c. di G. Frasso e E. Paccagnini, Milano 2009

Vari suoi scritti, inoltre, sono apparsi su note riviste scientifiche italiane e straniere.

Allieva di Bice Mortara Garavelli, D Silvio Avalle e Janos S. Pet si laureata presso l di Torino nel 1975 e vi ha conseguito anche il Diploma biennale post universitario in Filologia moderna con una tesi sui dizionari metodici italiani dell relatore Prof. Gian Luigi Beccaria, diventata poi materia del suo primo libro (1980) con prefazione di Giovanni Nencioni. Borsista DAAD, ha fatto ricerca in Universit tedesche negli anni 1975 1977.

Professore ordinario nella Facolt di Lettere e Filosofia dell di Padova dall 1990 91. Ha prima insegnato nelle universit di Salzburg (1971 73) e della Calabria a Cosenza (1977 1990). (1985.); Fellow di The Harvard University Center for Italian Renaissance Studies di Villa I Tatti, Firenze (1989 90); Visiting Professor presso Department of Romance Languages di The Harvard University a Cambridge, Mass.(2004).

Direttore del Master biennale in Giornalismo e del Master in Giornalismo del turismo e dell dell di Padova.

Dirige la rivista e la collana di Testi e studi veneta (Esedra Editrice)

stato delegato del Rettore alla comunicazione e immagine dell (2003 2005) e ha diretto dal 1997 al 2005 il giornale di Ateneo

membro della Associazione di Storia della lingua italiana, della Societ italiana di Glottologia, dell Accademia Galileiana di Scienze, Lettere ed Arti di Padova.

Il suo settore primario di ricerca riguarda la lingua del Rinascimento, specialmente il plurilinguismo rinascimentale (macaronee padovane anteriori a Folengo, dialetti bergamaschi e veneti) e Ruzzante, la prassi, la teorizzazione e la trattatistica linguistica e le traduzioni di testi sacri nel Cinquecento.

Per quanto riguarda il campo della comunicazione, si occupato di lingua politica, soprattutto del fascismo e della Resistenza, e di lingua contemporanea (fumetti, canzone d mass media).

Leonardo M. Savoia (1948), ha studiato alla Facolt di Lettere di Firenze dove si laureato con Giovanni Nencioni, e alla Scuola Normale Superiore di Pisa; ha insegnato Fonetica e fonologia presso l della Calabria e successivamente Linguistica generale alle Universit di Salerno e poi di Urbino. Insegna all di Firenze dal 1986, prima come professore di Linguistica presso la Facolt di Magistero, poi come professore di Linguistica generale presso la Facolt di Lettere; per alcuni anni ha avuto in affidamento gli insegnamenti di Linguistica generale e di Glottologia alla Facolt di Lettere dell di Foggia. stato preside della Facolt di Magistero dal 1986 al 1992, e direttore del Dipartimento di Linguistica dal 1992 al 1998 e dal 2004 al 2010. E Socio corrispondente dell della Crusca dal 2003 e nel quadriennio 2003 2007 stato Presidente della Societ di Linguistica Italiana (SLI). I suoi principali interessi di ricerca riguardano la fonologia e la morfosintassi, con particolare attenzione alle variet romanze, italoalbanesi e albanesi; altri suoi campi di studio comprendono la sociolinguistica, la pragmatica, le minoranze linguistiche e la politica linguistica, ed infine la storia degli studi linguistici.

Docente di storia della lingua italiana nell di Roma Vergata gi preside e rettore nell per Stranieri di Siena, condirettore delle riviste lingua italiana e di viaggio socio ordinario dell Opere pi recenti: Rinascimento dal basso. Il nuovo spazio del volgare tra Quattro e Cinquecento (Bulzoni, 2006); Malalingua. L scorretto da Dante a oggi (Il Mulino, 2007); Storia linguistica di Roma (Carocci, 2008); Storia linguistica dell disunita (Il Mulino, 2010); con Claudio Giovanardi, L nel mondo (Carocci, 2012). Per Carocci ha curato il volume Lingua e identit Una storia sociale dell (II ed. 2009) e coordina la collana lingua delle citt italiane
outlet peuterey Accademia della Crusca