giubbotti invernali donna i gioielli del Friuli

peuterey giaccone uomo i gioielli del Friuli

E’ possibile visitare Aquileia e Palmanova in un solo giorno: ci ha pensato il Palmanova Outlet Village, destinazione friulana dello shopping, che, in collaborazione con la città di Palmanova, e con la Fondazione Aquileia ha attivato il Palmanova Shuttle. Si tratta di un’operazione turistico culturale che propone, nei martedì di giugno e di luglio un tour culturale esperienziale totalmente gratuito alla scoperta della città stellata, una sosta di shopping all’outlet di Aiello e una visita ai siti archeologici della città di Aquileia, patrimonio Unesco.

Una straordinaria città fortezza Il tour del Palmanova Shuttle parte dalla città stellata, un capolavoro dell’urbanistica tardorinascimentale il cui osservatorio privilegiato è la Piazza Grande. Lo stendardo, testimone delle vicende storiche della fortezza, è il simbolo di Palmanova. Gli edifici storici più importanti della città sono: il Duomo Dogale, il Palazzo del Provveditore Generale, il Palazzo del Governatore alle Armi, la Loggia della Gran Guardia e il Palazzo del Monte di Pietà.

Da Venezia a Napoleone L’accesso alla città fortezza è consentito dalle tre Porte: Porta Aquileia (un tempo chiamata Marittima), Porta Udine e Porta Cividale. Porta Cividale è sede del Museo della Grande Guerra e della Fortezza di Palmanova, che comprende due settori espositivi: gli uffici presso il Palazzo del Governatore alle Armi in Piazza Grande e il Dongione di Porta Cividale con il complesso fortificato. La peculiarità di Palmanova, costruita nel 1593 per volere della Repubblica di Venezia, è quella di essere un museo all’aperto, con strutture fortificate che mettono in evidenza tutti gli elementi tipici di una perfetta architettura militare.

Aquileia, la Seconda Roma Dopo una sosta al Palmanova Outlet Village per il pranzo e lo shopping, è prevista una tappa ad Aquileia, denominata “la seconda Roma”, fra le più grandi città dell’Impero romano e fra i più importanti antichi porti dell’Adriatico, punto di partenza delle principali strade commerciali, culturali e militari verso il Nord Est europeo. Aquileia, città di cultura e crocevia di religioni dall’età augustea, sede nominale di un episcopato e di un patriarcato, da oltre un secolo restituisce i suoi tesori: i sontuosi monumenti dell’urbe imperiale, gli splendidi mosaici pavimentali della Basilica, degli oratori interrati, delle ricchissime domus, i piccoli oggetti della vita quotidiana. L’area archeologica denominata “Domus e Palazzo Episcopale”, in Piazza Capitolo, di recentissima apertura, completa la riqualificazione della piazza della Basilica sul lato nord, restituendo alla fruizione del pubblico un importante spaccato della vita di Aquileia e offrendo la rara opportunità di vedere, grazie a un sapiente gioco architettonico, la sovrapposizione di livelli pavimentali di diverse epoche.

I meravigliosi mosaici aquileiesi La Basilica di Aquileia rappresenta un complesso architettonico straordinario. Nelle sue linee essenziali ripropone l’assetto architettonico voluto dal vescovo (patriarca) Poppone (1019 1042), che la consacrò nel 1031. Le sue origini risalgono alla fine del IV secolo ed è possibile ammirare il più esteso mosaico pavimentale dell’Occidente. Altre aree visitabili sono l’Aula meridionale del Battistero, il Foro, cuore pulsante della vita della città antica, il porto fluviale, uno degli esempi meglio conservati di struttura portuale del mondo romano e il Sepolcreto, recentemente restaurato e illuminato anche di notte. Da non perdere la visita al Museo Archeologico Nazionale e al Museo Paleocristiano.
giubbotti invernali donna i gioielli del Friuli