modelli peuterey anteprima della pista e orari del weekend

outlet woolrich bologna anteprima della pista e orari del weekend

LA CITTA Si corre alla periferia di Manama, la capitale del Bahrain. L metropolitana supera i 600 mila abitanti, ossia un quarto dell cittadinanza del Bahrain. Qui, la ricchezza petrolifera ha contribuito ad una rapidissima cresciuta economica negli ultimi decenni, trasformando la città in un importante centro finanziario del Medio Oriente.

IL CIRCUITO Il Bahrain International Circuit si presenta come un tracciato molto tecnico e impegnativo. L dell è molto limitata a causa della sabbia che si deposita in traiettoria con molta facilità, dato che l sorge praticamente nel bel mezzo del deserto. Durante il weekend la situazione migliora, ma spesso uscire di traiettorie equivale quasi ad uscire di pista, in particolare nel tratto più guidato che va dalla curva 4 alla curva 7: basta finire leggermente larghi per prendere lo sporco e rovinare un giro veloce.

Si tratta di un circuito molto impegnativo anche per gli pneumatici, in particolare nelle zone di trazione dove le temperature possono raggiungere picchi temporanei di 130 gradi. Quattro i rettilinei da 300 km/h: qui l e la potenza della power unit assumnono un ruolo ancor maggiore. I team prediligono un carico aerodinamico medio, ma ciò può facilmente compromettere l in curva e la stabilità in frenata, causando bloccaggi che possono danneggiare le gomme.

Quest la gara avrà una particolarità: per celebrare il decimo anniversario della pista, si correrà al tramonto e la corsa si concluderà di notte, un po come avviene ad Abu Dhabi. Questo avrà un effetto importante sul comportamento degli pneumatici. Le temperature ambientali e del circuito scenderanno notevolmente, addirittura si prevedono fino a 15 gradi in meno. Questo fenomeno può alterare le prestazioni e il degrado. Per Pirelli, correre di notte in Bahrain è una incognita e prepararsi al meglio nelle Prove Libere sarà fondamentale. Per questo evento, il fornitore unico di pneumatici porterà le PZero White Medium e le Pzero Yellow Soft.

BREMBO BRAKES FACTS Sicuramente uno dei circuiti più impegnativi per i freni. Le gare sul tracciato di Sakhir, circondato dal deserto, sono caratterizzate da elevate temperature ambientali che innalzano il grip meccanico e rendono difficile lo smaltimento del calore generato in frenata. Questo aspetto, unito alla presenza di numerose frenate ad elevata energia e a breve distanza tra loro, fanno di Sakhir un banco di prova molto duro per tutti i componenti dell frenante, continuamente stressati dalle alte energie e dalle temperature infernali. L elevata dei materiali d è il maggior pericolo da evitare se si vuole portare a termine il Gran Premio. Per l frenante, la curva 1 quest intitolata a Michael Schumacher è la più impegnativa. Si arriva ad una velocità di 319 km/h e in soli 137 metri si deve decelerare fino a 60 km/h. La decelerazione massima è di 5 G, con i piloti che danno una pressione sul pedale del freno pari a 119 Kg.

IL PARERE DI JEAN ALESI: “Conosco bene il circuito del Bahrain. Vi ho corso non una gara di Formula Uno, ma una di Speedcar, serie simile alla Nascar americana. E’ un bel circuito dove occorre prendere subito il giusto ritmo per sfruttare al meglio le gomme, soprattutto nelle zone di trazione, dove occorre non stressare troppo le coperture. L’ asfalto è molto abrasivo ma anche abbastanza scorrevole, anche se gareggiare di notte sarà tutt’altra cosa. Importante è tenere sotto controllo il degrado, ma, ancora una volta, tutto cambierà con il calar del sole. Gestire gli pneumatici sarà quindi fondamentale”.

IL GP DEL BAHRAIN IN TV Il Gran Premio del Bahrain sarà trasmesso in chiaro sulle reti RAI e in diretta anche sulla piattaforma Sky. Non mancherà, ovviamente, il classico LIVE Blog sul nostro sito per seguire e commentare insieme tutta l in pista durante il Gran Premio.

Venerdì 4 aprile

Prove Libere 1 13:00 14:30

Prove Libere 2 17:00 18:30

Sabato 5 aprile

Prove Libere 3 14:00 15:00

Qualifiche 17:00 18:00

Domenica 6 aprile

Gara, Bahrain 17:00

Nel mio commento ho scritto chiaro che non volevo tirare fuori storie di stampo complottistico, però onestamente certe porcate a fovere della RedBull negli anni scorsi si son viste e non si possono negare.

Inoltre l scorso il test abusivo della Mercedes c stato ed è stato punito in maniera ridicola.

Tutti questi fatti di sicuro non aiutano a pensare che i campionati di F1 si svolgano in maniera limpida e pulita questo io non mi riferivo in particolare ai risultati attuali della Mercedes, che sicuramente ha investito tanto ed ha 2 ottimi piloti, facevo un discorso generale, vedendo certe cose mi viene da pensare che i annuali di vittorie dei vari team non siano sempre e solo frutto dell e del lavoro dei team, e la cosa varrebbe anche per la Ferrari per cui tifo che prima o poi avrà di nuovo il suo ciclo

No quello no, però sicuramente possono esserci occhi di riguardo per un team piuttosto che per un altro da parte di chi dovrebbe controllare la regolarità delle cose.

E innegabile che questo occhio di riguardo c stato nei confronti della redbull negli scorsi anni, vedi taglio dei cilindi, e zavorre liquide tanto per dirne 2. Secondo me c stato un occhio di riguardo anche nei confronti di Mercedes l scorso per il test abusivo.

Probabilmente ci sono stati occhi di riguardo anche per la Ferrari in passato e ce ne saranno in futuro.

Questa è un po l che mi sono fatto nel vedere certe cose in questi ultimi anni, sarei contento di sbagliarmi

Questo è un circuito dove contano la frenata e la velocità di punta e naturalmente la trazione in uscita curva.

Ora io non faccio pronostici, ma sono impaziente perchè in questo circuito se migliorie ci sono state si vedranno.

Ma smettetela ragazzi, addirittura siete arrivati a pensare che le vittorie della Mercedes siano decise a tavolino, ma di cosa parlate e scrivete ?!!!

Sempre il sospetto quando gli altri sono migliori della Ferrari,
modelli peuterey anteprima della pista e orari del weekend
sempre a sminuire il lavoro (ottimo) degli avversari della Rossa, mai a riconoscere i meriti degli avversari e i demeriti degi uomini Ferrari.