peuterey geospirit la discoteca piu’ trasgressiva di firenze

goose down peuterey la discoteca piu’ trasgressiva di firenze

Era nato come costola di Controradio, stazione militante e megafono degli scontri studenteschi del Negli anni Ottanta, i punk pisani ci calavano in massa per ascoltare i Killing Joke: sfondavano le transenne e poi invadevano il palco coi loro pantaloni scozzesi, sputando sulla folla con relative bestemmie in toscano, sorvegliati con pazienza da una sicurezza fatta di gente tosta, bestioni presi dal servizio d di Lotta Continua sezione Prato e capitanati da tale Pestolo, centodieci chili di rifiuto di arrendersi.Era nato cos nell antagonista, il Tenax di Firenze, fondato nel 1981 e considerato tra i cinquanta club culturalmente pi importanti del mondo. Ci avevano suonato gli Spandau Ballet, i New Order, i Talk Talk e i Frankie Goes to Hollywood.Vivienne Westwood l scelto per far sfilare una delle sue collezioni subito dopo il periodo punk, l gennaio 1988. E l successivo, lo street artist Keith Haring ci aveva festeggiato il compimento del murales Tuttomondo, disegnato sulla facciata orientale della canonica di Sant a Pisa. Grace Jones che cantava e Amanda Lear che sceglieva giovanotti da portarsi in camera. Piero Pel e Morgan. Valentino Rossi che parcheggiava all una Subaru superelaborata e un timidissimo Lapo Elkann. Tutte star che inconsapevolmente dividevano gli sguardi con un ragazzino francese che ballava sul cubo, ornato da una gigantesca chioma afro, arrivato da Bordeaux in cerca d in cerca di se stesso, e per uno stage non retribuito nell di Roberto Cavalli.diciott non sapevo nulla del mondo e non avevo avuto mai neppure una vera vita gay racconta Olivier Rousteing, nel suo italiano ancora perfetto, al telefono da Parigi. notti a fare animazione al Tenax, in mezzo a personaggi cos colorati, davanti a migliaia di persone, mi hanno regalato il coraggio di cercare la mia strada come lo ricordano ancora, ora il direttore creativo di Balmain. Proprio come faceva Lea T, la figlia transessuale del calciatore Toninho Cerezo divenuta poi musa di Riccardo Tisci e una delle modelle pi richieste del mondo. O come Salvatore Congiu, che dopo gli anni al Tenax andr a disegnare borse da uomo per Givenchy: da Nuoro e studiavo design di accessori al Polimoda. Anche se il mio sogno segreto era diventare un ballerino classico rivela lui. E poi Federico Curradi, che per dieci anni ha fatto selezione alla porta e ora direttore artistico di Peuterey, oltre a disegnare una linea a proprio nome che ha debuttato alle ultime sfilate di Milano.creavamo i costumi da soli, e ciascuno aveva un proprio personaggio ricorda ancora Rousteing, per esempio ero una sorta di ballerino fashion, con indosso abiti di Gucci e Cavalli che compravo coi miei soldi, spendendo tutto. Ricordo una serata a tema, Versace spesi un capitale per una camicia che Gianni aveva fatto sfilare a Miami negli anni 90 Olivier non ha scordato neppure le notti d quando lo staff si spostava a Forte dei Marmi per la versione estiva del club: clientela per era pi esagitata. Una volta, un cliente ubriaco mi spense una sigaretta sulla gambaamanda lear in for your pleasureA vegliare sugli angeli del Tenax c Federico Curradi, nel doppio ruolo di buttafuori e giudice implacabile di chi potesse entrare, e chi invece no. nato nel quartiere popolare del Battistero e giocavo al calcio tradizionale fiorentino, nella squadra dei Verdi racconta Curradi, che a 42 anni vive in un casale nel Chianti con cavalli, mucche e cani lupo cecoslovacchi, tutti i buttafuori di Firenze erano scelti tra gli atletiLa sua serata si chiamava Perfect partita nel 1999 e divenuta la one night gay friendly e trasgressiva di Firenze. Sesso nei bagni e sui divanetti, e quattromila persone che gli sfilavano davanti agli occhi ogni sabato, da salvare o condannare. Decidere, come si fa con gli scampoli di tessuto, se un dato pretendente facesse pendant con l oppure no: era un fatto di atteggiamento pi che di look, e avevo sviluppato un istinto preciso. La strafottenza per esempio non era tollerata. Dovevo impedire che chi non capiva lo spirito della serata entrasse a fare casino KEITH HARING 4Come quella notte in cui si presentarono alla porta una decina di ceffi per met travestiti da donna e per met da personaggi di meccanica Si misero in fila, come per entrare tranquillamente, finch a un certo punto, scambiato un segnale, cominciarono a menare le mani alla cieca. accadevano fatti di questo tipo in sala s tutte le luci e calava un gran silenzio sorride Curradi. cinque minuti sistemavamo tutto, e cacciavamo i seccatori fuori dal locale. Poi il dj rimetteva un nuovo disco. E come niente fosse, ripartiva la festa 3
peuterey geospirit la discoteca piu' trasgressiva di firenze