prezzi giubbotti peuterey Cotto e mangiato

giubotto peuterey Cotto e mangiato

Per la crema pasticcera:

Incidete il limone con un coltellino e aggiungetelo al latte che avete messo a scaldare sul fuoco, facendo attenzione a non fargli raggiungere l’ebollizione.

Nel frattempo, in una ciotola amalgamate con una frusta manuale tuorli e zucchero fino a rendere il composto spumoso. Per evitare grumi, date un’ultima energica girata.

Incorporate la farina setacciata e, dopo aver tolto il limone,
prezzi giubbotti peuterey Cotto e mangiato
aggiungete a filo il latte mentre continuate ad amalgamare con la frusta.

Infine rimettete sul fuoco e continuate a mescolare fino a quando la crema si sarà raddensata e compariranno le prime bollicine.

Togliete dalla fiamma e lasciate intiepidire. Ora sostituite il baccello con la scorza di limone biologico o, per rendere ancora più particolare il sapore, con la cannella o i chiodi di garofano.

Per ottenere una crema più densa, basta diminuire la quantità del latte, aumentare quella della farina e prolungare la permanenza sul fuoco per far addensare meglio.

Ora stendete la pasta in due dischi uguali e spessi circa mezzo centimetro.

Prendete uno stampo apribile imburrato e infarinato del diametro di 22 centimetri.

Il primo cerchio formerà la base: con l’aiuto di una forchetta bucherellate la superficie e poi versate la crema pasticcera.

Livellate bene e coprite con il secondo cerchio di pasta,
prezzi giubbotti peuterey Cotto e mangiato
fate aderire i bordi e cospargete la superficie con i pinoli schiacciandoli un po’ per farli aderire all’impasto.