parka peuterey uomo reazioni preoccupate da parte delle forze politiche

woolrich outlet reazioni preoccupate da parte delle forze politiche

Nel palazzo comunale la notizia arriva attorno alle 17. “Hanno ammazzato due cinesi”. Le indiscrezioni si rincorrono convulsamente e piene di imprecisioni sui telefoni di consiglieri comunali e assessori intenzionati a ricostruire la dinamica esatta del secondo fatto di sangue pratese nel giro di tre giorni. La seduta pomeridiana del consiglio che pure scorre nel suo ordine del giorno di question time, interrogazioni e delibere inevitabilmente finisce per deragliare nella polemica sull dell amministrativa nel contrastare l e nel preservare l pubblico. Ad aprire il fuoco verbale è l più belligerante dell il capogruppo dell Aurelio Donzella che usa parola durissime: “Questa amministrazione comunale, che ha carpito la fiducia degli elettori nel risolvere i problemi della sicurezza in realtà fa più acqua delle giunte precedenti”. Ricevendo tempo un minuto la severa censura del presidente del consiglio comunale, Maurizio Bettazzi. A latere della seduta, però, Donzella è scatenato: “L dei militari scelto da questa giunta non dà una risposta ai problemi della sicurezza, bisognerebbe piuttosto aumentare gli organici delle forze dell che il governo sta tagliando con le finanziarie”. Proponendo subito un consiglio comunale straordinario per affrontare i temi della sicurezza. Dal canto suo il responsabile in materia della giunta, l Aldo Milone prova ad essere analitico sull “Come abbiamo sempre asserito a differenza di quelli che negavano l di un problema di ordine pubblico è necessario alzare la guardia verso un fenomeno che oramai non riguarda soltanto l economica. Questo efferato delitto è la conseguenza di una politica per l abbandonata a se stessa negli anni passati, della crisi economica e, probabilmente, anche della chiusura delle molte aziende in seguito ai nostri controlli. Chiediamo a questo punto un particolare al ministero dell a partire dalla realizzazione di un Cie in Toscana, col quale potremmo togliere di mezzo subito 300 soggetti socialmente pericolosi”.

A chiedere un particolare a Roma pensa anche l Giorgio Silli: “In questi giorni diventa difficile parlare d dice è più facile fare di tutta l un fascio. Indubbiamente si tratta di un regolamento di conti interno alla comunità cinese” aggiunge “a questo punto non escludo di ricorrere all Ma le reazioni più copiose arrivano dai banchi dei gruppi consiliari, che non stentano a usare anche frasi ad effetto. Roberto Baldi del Pdl per esempio dice: “Da oggi a Prato esiste un di ordine pubblico. Questi delitti ribadiscono l dei controlli fatti dall anche al costo di sentirsi definire sceriffi e la necessità dei militari. Magari adesso servirebbe un negli organici della polizia e dei carabinieri”. Sul fronte opposto il leader dei consiglieri del Pd, Massimo Carlesi lancia una doppia riflessione: “Da questo delitto, anzitutto, emerge che sarebbe utile lavorare su dei controlli meno spettacolari, ma eseguiti più sottotraccia con il supporto dell Mi chiedo, inoltre, se dietro a questi fatti non stiano sorgendo delle infiltrazioni della criminalità organizzata, d l del denaro sporco e la crisi rendono facilmente aggredibile la città”. Visibilmente preoccupata l della Lega Nord: “A Prato è in atto una vera e propria guerra civile all’interno della comunità cinese, nella quale bande mafiose si stanno affrontando a viso aperto lasciando una lunga scia di sangue recita una nota della segreteria comunale e provinciale una guerra che, però, a quanto pare tocca anche altre comunità”. Il Carroccio si è subito attivato per chiedere al ministro dell un aumento delle forze dell e chiede al Pdl di mettersi in contatto col dicastero della difesa. Ovviamente l della notizia arriva anche nell Palazzo della politica cittadina, il Banci Buonamici da dove il presidente della Provincia Gestri domanda una verifica immediata del patto per Prato sicura. “Questo ennesimo fatto di sangue deve spingere a fare una analisi di una situazione che sta diventando più complessa e come tale va affrontata afferma E gravissimo che resti tuttora pesantemente irrisolta la questione degli organici delle forze dell nonostante le solite promesse del governo”. Mentre il coordinatore provinciale del Pdl Riccardo Mazzoni non nasconde la sua preoccupazione: è una polveriera dice : tre omicidi in tre giorni nella Chinatown cresciuta nel cuore della città sono il segnale che il livello di guardia è stato ampiamente superato. I controlli quotidiani e capillari messi in atto dall comunale in piena sinergia con le forze dell hanno dato risultati eccellenti sul fronte dell clandestina e dell dell sul lavoro e di quella fiscale. Ma questo lavoro meritorio non è purtroppo più sufficiente ad arginare una situazione causata da un decennio di colpevole lassismo e di buonismo senza regole da parte della sinistra. Tutto lascia pensare che Chinatown sia definitivamente in mano a una mafia spietata che non esita a regolare i suoi conti col sangue. Prato non merita tutto questo, e il governo deve prendere atto che è necessario attivare contromisure immediate e appunto eccezionali.

Quindi adesso non potete ergervi a protestare contro questa amministrazione che ha avuto il coraggio di iniziare il cambiamento.

Ricordatevi che la gente non è stupida,a meno chè l prevalga sulla ragione. Mi fermo qui perchè sono una persona educata e non voglio perdere la mia dignità con esternazioni che esulano dal mio carattere,essendo in questo momento molto arrabbiato.

Spargisale. Siamo costruttivi, ovverosia distruttivi al massimo grado possibile stando drèho una tastiera e usando l caustica, una roba che ammazza quasi quanto la spada.

Ricordiamo dunque la campagna elettorale, con quell dell minuto coi manifesti che, se non mi ricordo male, dicevano E CARLESI UGUALE PIU CINESI o roba del genere.

Ecco. Cosa succederebbe se qualcuno facesse un salto in tipografia, e in nottata appiccicasse su tutte le cantonate un manifesto con scritto E MILONE UGUALE PIU OMICIDI Uno slogan che condivide con il primo la stessa fondatezza, lo stesso buon gusto, la stessa cognizione di causa, lo stesso realismo, lo stesso senso dell

Te le figùri le reazioni? Tuoni,
parka peuterey uomo reazioni preoccupate da parte delle forze politiche
fulmini e madonne, dal consiglio comunale ai giornali!

Certo robys: Gestri e Carlesi, e loro soltanto, sono i responsabili della circolazione di tutte le persone e di tutte le merci dentro e fuori l Europea. Pare gli abbiano dato anche una delega alla difesa, con facoltà di dichiarare guerra e di disporre dell nucleare britannico.

Dopo aver letto che bel ritrattino vien fuori di Prào e soprattutto dei suoi elettori e l scritto uno che conosco, e che a Prato ha lavorato per anni ed anni ed anni pasteggiando letteralmente a caviale grazie ad una lite intrafamiliare (intrafamiliare, capito?) per motivi di grana, soldi, denaro, quattrini, schèi sentirti dire che l della Cina ti parrà un complimento.

Rilanciata al volo dall’amministrazione comunale l’idea del concorso di idee per risolvere la drammatica situazione cinese nella città di Prato, ecco le prime proposte ricevute:

Enalcaccia: Inserimento dei cinesi tra le specie cacciabili già dal prossimo calendario venatorio, sul tutto il territorio comunale ad eccezione di via Pistoiese ed i due Macrolotti, considerate zone di riserva.

Asm: Utilizzo dei cittadini cinesi come operatori ecologici direttamente sui i mezzi di raccolta, due per volta, a fine serata a fine di agevolare il turn over il giorno successivo, saranno buttati direttamente il camion per lo smaltimento.

Rotary club: scambio alla pari per una settimana tra una famiglia pratese ed una cinese, al fine di riuscire a far conoscere ed avvicinare le due diverse culture, la selezione avverrà per sorteggio sotto lo stretto controllo dei parà della folgore.

Nuove idee sono ancora al vaglio dell’amministrazione comunale

Il problema e che con tutti questi controlli (giustissimi) anche loro hanno problemi di SOLDI, e di conseguenza non riescono ad onorare i debiti, ma tra di loro non si puo dire io non li ho e non ti PAGO, oppure fallisco e te la prendi nel culo, tra di loro o paghi o ti fai molto male.

Ovvio che esagerano, pero anche tra gli Italiani che fanno i furbetti, vedi fallimenti pilotati e gente che non ha di che vivere, se qualche bell ogni tanto prendesse due belle bastonate, prima di mettere in difficolta gli altri ci penserebbe 2 volte.

Certo Pasquale,Gestri , Carlesi CO.

questa è mafia. non dormite ancora basta. ma chi gli da i soldoni a questi coglioncelli cinesi che ancora bevono il biberon per aprire le attivita credete davvero alla fata turchina voi, è solo la loro triade (mafia cinese) Chi fa venire la manodopera che poi per la nostra legge viene definita clandestina ma io la definisco a nero perchè ragazzi a noi ci tocca pagare le tasse al posto di questi a nero mentre loro le paghe le vedono pulitine e se li portano in cina i soldi. quanti cinesi e stranieri non in regolano si fanno curare gratis oppure usufruisco dei nostri servizi gratis, ma li paghiamo noi operai che non guadagnamo niente a forza di tasse.

Mi fanno davvero ridere,anzi piangere,tutti quei commenti che si scagliano contro due singole persone(che volutamente non voglio nemmeno rinominare)senza che nel loro cervello seppur lontana la semplice domanda:Ma chi ha affittato e poi venduto e continua ad affittare e vendere ai nostri amici cinesi tutti quei bei capannoni nel Macrolotto e tutte quelle belle casettine in via Pistoiese e zone limitrofe gonfiandosi le tasche a più non posso??? I COMUNISTI??? LE GIUNTE DI SINISTRA??? I CATTOCOMUNISTI???

Oppure molti pratesi,spesso della destra più estrema,che se ne sono fottuti della loro amata Prato ed hanno fatto il loro interesse.

Le giunte passate avrebbero dovuto interdire o dichiarare fuorilegge queste persone ed entrare nei loro affari privati,secondo voi che scrivete di colpe a destra(sinistra) e a manca?
parka peuterey uomo reazioni preoccupate da parte delle forze politiche