peuterey estivo I Jefferson Airplane si possono ascoltare ancora

catalogo peuterey I Jefferson Airplane si possono ascoltare ancora

Ho aperto questa discussione perchè ho comprato (a scatola chiusa) “Volunteers”. Ho messo in play: “We can be togheter”. Non sono riuscito ad ascoltarla per intero; ho tolto il disco dallo stereo. Non mi sono nemmeno preso la briga di leggere i testi: la musica mi faceva proprio schifo. Sarà per un volta.

Non è che l vecchio dipende dalla registrazione (che in effetti non è granchè)?

A me di quel disco (per gusti personali) piacciono solo i pezzi epico romantici (Hey Fredrick, Eskimo Blue Day), ma è un mio limite tanto che preferisco l Dreams di Grace Slick (che abbonda di melodramma) a qualsiasi disco dei Jefferson Airplane.

Ho aperto questa discussione perchè ho comprato (a scatola chiusa) “Volunteers”. Ho messo in play: “We can be togheter”. Non sono riuscito ad ascoltarla per intero; ho tolto il disco dallo stereo. Non mi sono nemmeno preso la briga di leggere i testi: la musica mi faceva proprio schifo. Sarà per un volta.

Non è che l vecchio dipende dalla registrazione (che in effetti non è granchè)?

A me di quel disco (per gusti personali) piacciono solo i pezzi epico romantici (Hey Fredrick, Eskimo Blue Day), ma è un mio limite tanto che preferisco l Dreams di Grace Slick (che abbonda di melodramma) a qualsiasi disco dei Jefferson Airplane.

Non è la registrazione (tra l Volunteers ha un produzione, a quanto ho sentito).

Quando inizia quel coretto “We can beee toghether. aaaaah, you and meee. we should be toghetheeeer.”, davvero, non ho resistito. Sarà che sono uno spocchioso individualista, sarà che non gradisco il contatto coi miei simili, sarà che la partecipazione mi è sempre pesata, ma non l retto. Non riesco a calarmi in quello spirito. E il coretto faceva schifo, era così vecchio

Il primo brano è quello che anche a me risulta più datato, poi con gli ascolti mi ci sono abituato. Il resto dell però non mi ha fatto quell nemmeno ai primi ascolti, ci sono degli ottimi brani che mi sono sembrati belli subito ed hanno retto pure col passare del tempo.

Non conosco approfonditamente la discografia dei Jefferson e nemmeno i testi dei brani, i pochi che capisco senza ricorrere ai testi scritti mi sembrano anche a me un pò ingenui col senno di poi, ma la musica rimane in ogni caso sempre valida.

Quando inizia quel coretto “We can beee toghether. aaaaah, you and meee. we should be toghetheeeer.”, davvero, non ho resistito. Sarà che sono uno spocchioso individualista, sarà che non gradisco il contatto coi miei simili, sarà che la partecipazione mi è sempre pesata, ma non l retto. Non riesco a calarmi in quello spirito. E il coretto faceva schifo, era così vecchio

Il primo brano è quello che anche a me risulta più datato, poi con gli ascolti mi ci sono abituato. Il resto dell però non mi ha fatto quell nemmeno ai primi ascolti, ci sono degli ottimi brani che mi sono sembrati belli subito ed hanno retto pure col passare del tempo.

Non conosco approfonditamente la discografia dei Jefferson e nemmeno i testi dei brani, i pochi che capisco senza ricorrere ai testi scritti mi sembrano anche a me un pò ingenui col senno di poi, ma la musica rimane in ogni caso sempre valida.

Già, ho anche un po paura di buttarmi sui testi. Di solito quando la musica di un artista non è immediatissima mi metto a vedermi i testi;
peuterey estivo I Jefferson Airplane si possono ascoltare ancora
ad un riascolto successivo l funziona e l (se è bello, ovviamente) può essere riconsiderato nel suo pieno intento espressivo. Questo mi capita coi cantautori, o in generale negli artisti in cui la scrittura del testo ha il sopravvento sulla scrittura della musica (Leonard Cohen l potuto amare solo conoscendone le parole). Coi Jefferson i testi potrebbero essere, come dici tu, un po ingenui, e a prescindere dalle mie idiosincrasie misantropiche, nel senso che il movimento stesso che ha partorito il gruppo è di per se ingenuo.

Voglio dire, non da parte di qualche sopravvissuto dei Sessanta, ma da parte di un ascoltatore dei nostri tempi. Da un diciottenne come me. Non sto chiedendo “Hanno ancora senso?”, perchè la risposta mi sembra ovvia. Sto chiedendo se si possono ascoltare e godere. Se non sia necessario collocarli nel loro tempo per apprezzarli e se la loro musica sia davvero riuscita a valicare i limiti del tempo.

io di anni non ne ho 18, ma 25, però ti rispondo che SI ASSOLUTAMENTE

trattasi anzi di uno dei miei gruppi preferiti, sebbene li conosca solo da poco più di 3 anni. pure io in passato ritenevo certe sonorità, in particolare degli anni 60 (beatles, cream, etc), come “invecchiate male”, ma in verità trattasi solo di necessità di abituarsi ad un suono diverso come lo è stato passare dal rock da radio al metal, poi al metal alternativo, poi al rock alternativo tutto etc; in quanto le sonorità sono in effetti diverse e quindi possono essere percepite come “strane”.

in ogni caso gruppo immenso, almeno 3 CAPOLAVORI (surrealistic pillow, after bathing, volunteers) e tanti altri dischi buoni/ottimi. da non ignorare anche i successivi jefferson starship.

e poi la grace è al cubo

ma vedi, il tuo problema sta tutto qui.

cosa te ne fotte di riascoltarli se non ti sono piaciuti al primo colpo, e cioè dopo aver ascoltato mezza canzone?

lascia che il cd prenda la polvere nello scaffale e magari un giorno lo spolvererai, la copertina ti dirà qualcosa, lo rimetterai nel lettore e ti piacerà.

il caso è chiuso, avanti il prossimo.

Il contorno esistenziale che si è soliti addensare attorno alla musica (quando è troppo marcato) può anche essere superfluo. La musica non accompagna per forza la vita in un modo così romantico, e non è detto che io debba aspettare un momento magico in cui sarò “pronto” ad accostarmi a questo popò di capolavoro. Forse ieri ero semplicemente preso da una crisi di alienazione spazio temporale (=mi giravano le balle), e domani mi prenderà la nostalgia dei cari vecchi tempi che non ho vissuto. Qui su ondarock si danno per scontate troppe cose,
peuterey estivo I Jefferson Airplane si possono ascoltare ancora
sarà colpa delle pietre miliari e di scaruffi.