peuterey bomber Il Brasato al Barolo

peuterey modelli Il Brasato al Barolo

Il classico secondo delle fese in Piemonte

Essendo in periodo natalizio ho pensato che sarebbe opportuno parlare del piatto principe delle feste piemontesi. Certamente la preparazione lunghetta, ma unita alla facilit di esecuzione ne fanno un ottimo piatto per queste occasioni, uno di quelli da preparare tutti assieme parlando dei regali ricevuti. Si tratta di un piatto indissolubilmente legato a questo territorio fin dall ed apprezzato anche da Camillo Benso Conte di Cavour. Per comprendere a pieno l di questo piatto opportuno per partire dal metodo di cottura utilizzato, conosciuto in questa regione sin dall e che in dialetto piemontese significa appunto cotto alla brace. Oggigiorno il brasato viene comunemente cotto in casseruola e solo in alcuni casi e comunque solo al ristorante in brasiere. Brasiere che certamente non sono pi quelle di un tempo e permettono risultati migliori. Inizialmente infatti si trattava di particolari casseruole dal coperchio concavo, che venivano poste sulle braci e con esse ricoperte sia ai lati che alla sommit Si tratta di un ottimo piatto tipicamente invernale composto da due ingredienti fondamentali: la care, che dev di bue piemontese di cui sceglieremo come taglio il del prete ed il vino, uno dei pi nobili d il Barolo. Purtroppo dato l costo di questo vino molte volte si tende a sostituirlo con vini di scarsa qualit mortificando cos il piatto. importante ricordare che quando si usa il vino in cottura lo si fa per arricchire il gusto, e che quindi se di scarse caratteristiche non pu che impoverire il piatto anzich arricchirlo. Ecco perch per fare un buon brasato al barolo importante utilizzare un buon barolo o, in alternativa se il costo proibitivo un buon nebbiolo (vitigno del barolo) o al massimo un barbaresco.

Ora che un po di storia stata fatta non resta che metterci subito al lavoro perch come dicevo la preparazione richiede tempo, ma vedrete: il risultato vi ripagher degli sforzi e delle lunghe attese

Ingredienti: (per 6 persone)

1, 5 kg. di carne (bue Piemontese) 40 g. burro 4 cucchiai di olio extravergine di oliva

1 carota 1cipolla 1costa di sedano

3 chiodi di garofano 1 pezzetto di cannella noce moscata

2 foglie di alloro 1 spicchio d 1 rametto di rosmarino

1 ciuffo di foglie di salvia 1 bottiglia di vino barolo nebbiolo o barbaresco

brodo di carne farina per infarinare sale e pepeMettere in un recipiente sedano carota e cipolla tagliati a pezzettini, mettere quindi la carne con le altre spezie e verdure, l e una grattata di noce moscata. Coprite con il vino, mettete il recipiente in un luogo fresco e lasciandolo macerare per almeno una notte. Il giorno successivo mettere in una casseruola capiente il burro e quando questo inizier a friggere aggiungete la carne che avrete sgocciolato dalla marinatura, asciugato e infarinato. Rosolate per circa 10 minuti rigirandola, aggiungere a questo punto un trito precedentemente ottenuto dalle verdure della marinata , aglio e rosmarino e rosolate ancora per 10 minuti. Aggiungete quindi il vino della marinatura (passato con un colino). Salate e fate cuocere lentamente a tegame coperto per almeno 2 ore e mezza. A fine cottura togliete la carne dalla casseruola, aggiungete un po d alla salsa e fatele addensare. Filtratela per eliminare le eventuali impurit e versatela ancora fumante sul brasato che avrete precedentemente affettato e disposto su di un piatto di portata.
peuterey bomber Il Brasato al Barolo